Spine 3D

Press

Home / Press

Press

Home / Press

Spine 3D @Medicina 33 (RAI News)!

🔎 A new episode of Medicina 33 (on Rai News), edited by Laura Berti, aired today. And the service opened with a report – by Andrea Martino – dedicated to our Spine 3d.

👉 Dr. Luca Marin (Laboratory of Adapted Motor Activities – LAMA – at the University of Pavia) illustrated the benefits of the non-invasive system developed by Sensor Medica, showing how – even in the case of scoliosis – one can undergo examinations without the need to use ionising and potentially harmful rays.

You can see the service at this link: https://www.rainews.it/rubriche/tg2medicina33/video/2022/11/Tg2-Medicina-33-del-08112022-05fe287e-d543-4472-ac3e-7af63e2ba85c.html

For more information: Spine3D – Sensor Medica

Aumentano i problemi alla schiena e al collo in bambini e adolescenti causati dall’uso eccessivo dello smartphone, che porta a posture sbagliate: in America si chiama Text Neck ed è una vera sindrome. Le femmine più colpite dei maschi

Si torna in classe e i ragazzi affrontano il problema della cartella piena di libri che può danneggiare la colonna vertebrale. Ma va fatta attenzione anche alla postura in classe. I consigli dell’esperto

L’estate entra nel vivo con tanti italiani che partono per i luoghi di villeggiatura. Ma l’entusiasmo per il relax ritrovato a volte si accompagna alla voglia di recuperare il tempo perso durante l’anno, tra sedentarietà e posture scorrette in ufficio che hanno messo a dura prova il nostro organismo.

La voglia di ferie e di movimento ci porta inconsapevolmente a mettere a rischio la nostra schiena, per una improvvisa “voglia di sport” dopo mesi alla scrivania. E se la schiena fa male? Ecco i consigli degli esperti del Laboratorio di Attività Motoria Adattata (LAMA) dell’Università di Pavia per godersi le vacanze.
Sensor Medica ha sviluppato l’innovativo sistema di rilevamento tridimensionale Spine 3D che permette a tutti, dai bambini con rischio di scoliosi alle donne in gravidanza, di effettuare esami periodici in completa tranquillità e sicurezza valutando se sia davvero necessario sottoporsi a tecniche di diagnostica più invasive.